Doveva essere l’albergo più sorvegliato della capitale afgana. Frequentato soprattutto da ospiti occidentali. Eppure oggi, intorno alle 23 ora locale, alcuni uomini armati hanno preso d’assalto l’Hotel Intercontinental nel centro di Kabul. Almeno quattro kamikaze si sono fatti saltare in aria in diverse parti della struttura di lusso, mentre altri complici hanno aperto il fuoco contro gli ospiti, con armi sia di grande che di piccolo calibro. Secondo quanto riportato dalla ‘Tolo News’, una televisione locale, il bilancio provvisorio delle vittime sarebbe di dieci morti e numerosi feriti.

I talebani hanno già rivendicato l’attacco, con una telefonata all’agenzia di stampa statunitense ‘Associated Press’. Nelle parole del portavoce Zabihullah Mujahid, diversi miliziani sono entrati in azioni colpendo l’albergo perché ospita i colloqui sulla sicurezza nel Paese tra i funzionari del governo afgano e quelli delle potenze occidentali.

Numerosi spari sono stati uditi per almeno una decina di minuti, seguiti da una forte esplosione. Subito dopo sono ripresi i colpi. Il ministero degli Interni afgano ha spiegato che le forze di sicurezza hanno circondato l’area e che la situazione è sotto controllo.