Pubblico questo appello così come mi arriva. E’ una iniziativa di mailbombing perché i 4 miliardi risparmiati in 5 anni dallo Stato con l’innalzamento delle pensioni femminili vengano destinati a iniziative in favore del lavoro femminile e delle politiche di conciliazione. Asili nido, sgravi per chi assume donne, eccetera….

(nb. Copiate il testo nella mail e inviate a tutta la mailing list così com’è).

“Onorevole deputato,
nei prossimi giorni la commissione Bilancio di cui lei fa parte discuterà l’emendamento 2.03 al decreto Sviluppo, che stanzia 100 milioni annui per il 2012, 2013, 2014 per coprire crediti di imposta per le aziende che assumono donne. Questo emendamento nasce da un appello proposto da più di 80 associazioni e sottoscritto da più di 1000 persone. Non solo, i fondi (4 miliardi in 5 anni, 1136 nel triennio 2012-2014) provengono dai risparmi derivati dall’innalzamento dell’età pensionabile delle donne, che venivano destinati da una legge approvata dal Governo (Art. 22-ter, commi 1 e 3, del decreto legge 78/2009, convertito dalla legge n. 102/2009, così come modificato dal decreto legge 78/2010 convertito dalla legge n. 122/2010) per interventi dedicati a politiche sociali e familiari con particolare attenzione alla non autosufficienza e all’esigenza di conciliazione tra vita lavorativa e vita familiare delle lavoratrici.

La invitiamo caldamente ad approvare questo emendamento visto che già i fondi del 2010 (120 milioni) e del 2011 (242 milioni) sono stati sottratti per misure che nulla hanno a che vedere con tali finalità.

Si parla sempre della vitale importanza di stimolare l’occupazione femminile e di dare supporto alla conciliazioone e sarebbe imperdonabile che neanche questi fondi, risparmiati dalle pensioni delle donne, non fossere reinvestiti per le donne.

Il tema è molto sentito e ci impegniamo a dare massima visibilità in rete alle vostre votazioni in Commissione.

Cordiali saluti”

Mailing list a cui inviare il testo

Giorgetti_g@camera.it, Giancarlo.giorgetti@camera.it, Marinello_g@camera.it, Marinello.giuseppe@camera.it, Alfano_g@camera.it, Gioacchino.alfano@camera.it, Aracu_s@camera.it, Sabatino.aracu@camera.it, Armosino_m@camera.it, Armosino_mt@camera.it, Mariateresa.armosino@camera.it, Baccini_m@camera.it,
Mario.baccini@camera.it, Biava_f@camera.it, Francesco.biava@camera.it, Ceroni_r@camera.it,
Remigio.ceroni@camera.it, Corsaro_m@camera.it, Corsaro_me@camera.it, Massimo.corsaro@camera.it, Deangelis_m@camera.it, Marccello.deangelis@camera.it, Fallica_g@camera.it, Giuseppe.fallica@camera.it, Franzoso_p@camera.it, Pietro.franzoso@camera.it, Laboccetta_a@camera.it, Amedeo.laboccetta@camera.it, Leone_a@camera.it, Antonio.leone@camera.it, Marinello_g@camera.it, Marinello_gfm@camera.it, Giuseppe.marinello@camera.it, Marsiliio_m@camera.it, Marco.marsilio@camera.it, Milaneee_m@camera.it, Milanese_mm@camera.it, Marco.milanese@camera.it, Toccafondi_g@camera.it, Gabriele.toccafondi@camera.it, Traversa_m@camera.it, Michele.traversa@camera.it, Calgaro_m@camera.it, Marco.calgaro@camera.it, Ciccanti_a@camera.it, Amedeo.ciccanti@camera.it, Occhiuto_r@camera.it, Roberto.occhiuto@camera.it, Bitonci_m@camera.it, Massimo.bitonci@camera.it, Damico_c@camera.it, Claudio.damico@camera.it, Polledri_m@camera.it, Massimo.polledri@camera.it, Simonetti_r@camera.it, Roberto.simonetti@camera.it, Commercio_r@camera.it, Commercio_rms@camera.it, Roberto.commercio@camera.it, Tabacci_b@camera.it

Hanno lanciato l’appello “Giù le mani dai fondi generati dall’aumento dell’età pensionabile delle donne”:
A.F.F.I., Amiche ABCD, Arcidonna, Aspettare Stanca, Associazione delle Donne della Banca d’Italia, CEMP (Milano, Consultorio familiare privato Laico), Cittadinanza Attiva, Corrente Rosa, Diversamente Occupate, Donne in Quota, Donne in volo, Filomena, Gruppo Maternità & Paternità, Innovatori Europei, Leipuò, Lucy e Le altre, Ozio Creativo Society, PariMerito, Pari o Dispare, Rete per la Parità, Udi Nazionale, Usciamo dal silenzio, Valore D