La vignetta sul referendum di Mario Natangelo uscita sul MisfattoLa campagna referendaria è partita e alla grande. Ogni vignettista che si rispetti (o meno) ha dato alla luce un contributo alla causa dei quattro Sì ed è un fiorire di vignette altisonanti inneggianti alla democrazia e all’importanza di esprimere la propria opinione e via dicendo.

Questa mia vignetta (io mi metto tra i vignettisti che non meritano rispetto) nasce come illustrazione per la copertina di una rivista, poi scartata per varie ragioni, diversi giorni fa. Cercavo un’idea sull’importanza del referendum in generale ma soprattutto sulle strategie per portare gli italiani al voto. Avevo disegnato tanti bozzetti, tutti decisamente poco convincenti. Alla fine aveva vinto una imponente scena in stile campagna elettorale all’americana, con majorette, palloncini, coriandoli e trombettieri.

Poi mi siedo e mi focalizzo, non so perchè (no: lo so ma non lo dico), su L’origine del mondo, il dipinto di Courbet. Bello provocatorio: quel primo piano mi suggerisce l’idea. In particolare la specifica forma del pelo pubico che sembra proprio suggerire una S (come ciascuno di voi potrà – volendo – constatare con una semplice verifica). Ed ecco la raffinatissima campagna “Tira più un pelo di”, perfettamente in linea con il substrato culturale post(?) berlusconiano. Alla fine il risultato è questo qui che vedete (e che avrete visto sullo scorso numero de Il Misfatto). E ora al voto.

Per conoscere meglio Mario Natangelo: www.natangelo.it