Era nell’aria: si apre una nuova fase della politica italiana e nulla sarà più come prima.

Mentre l’Italia che ha detto basta a Berlusconi festeggia e le piazze si riempiono, il mio pensiero non può non correre a Gianfranco Fini e al suo gesto di lucida ribellione alla prepotenza e all’arroganza di un potere che non poteva, e non doveva, avere più nulla a che fare con una certa idea dell’Italia. La nostra. Quella per la quale tantissimi anni fa siamo entrati a far parte della nostra antica e nobile comunità politica.

E mentre si festeggia, passano davanti ai nostri occhi le immagini di questo ultimo anno: la passione, il coraggio, la rabbia, la delusione, lo sconforto, l’entusiasmo.

Da domani inizia un’altra storia ma questa nuova pagina che si apre, anche se nessuno lo riconoscerà, è un po’ merito nostro…

Soprattutto di quelli che non hanno mai indugiato o, peggio, tramato per piccole beghe o ambizioni personali.

E sopratutto il merito è del Capitano di questi Italiani Coraggiosi. Bravo Gianfranco. E grazie.