Circa 300 persone sono state salvate dalla Guardia costiera al largo delle coste di Lampedusa, su un mezzo in avaria che imbarcava acqua. I migranti sono tutti stati trasportati su imbarcazioni militari e portati sull’isola. Lo sbarco segue quello record di questa mattina, quando 800 persone sono arrivate su quattro barconi. Dopo una decina di giorni senza sbarchi, sull’isola continuano ad arrivare dalla Libia imbarcazioni con a bordo soprattutto cittadini di diversi Paesi sub-sahariani.

Anche a Pantelleria, intanto, è arrivata una piccola imbarcazione con a bordo 55 migranti, tra cui una donna, quasi certamente partiti dalla Tunisia.

“Quanto i lampedusani e gli abitanti di Linosa hanno fatto per accogliere i rifugiati dai paesi arabi deve essere un richiamo a non avere paura dello straniero”, ha dichiarato oggi il presidente della Cei, Angelo Bagnasco, davanti all’assemblea dei vescovi oggi in Vaticano. “Deve essere un messaggio forte a tutto il paese – ha aggiunto – tutti dobbiamo sentirci contagiati da questo esempio, tutta l’Italia nella sua interezza”.