E’ ancora scontro tra i due candidati al ballottaggio di Milano, Letizia Moratti e Giuliano Pisapia. Al centro delle polemiche, anche questa volta, un faccia a faccia in tv. Come quando la candidata di centrodestra diede allo sfidante del “ladro d’auto” su Sky, dimenticando la sua assoluzione in secondo grado. E lui promise una querela. “Domani gli avrei posto le mie scuse – ha detto Letizia Moratti – ma lui non c’è. Non c’è oggi, non c’è domani. I cittadini devono conoscere i programmi, perché devono scegliere il sindaco”. Il primo cittadino in carica si riferisce al rifiuto del candidato di centrosinistra di prendere parte di nuovo a un confronto tv con lei. “Stupisce che Letizia Moratti continui a voler dettare le regole sul come e quando chiedere scusa per una grave scorrettezza della quale è evidentemente consapevole”, ha osservato in un comunicato Pisapia.

Tra le mezze scuse e i rifiuti pieni, le polemiche tra i due schieramenti si alimentano oggi anche per una nuova presunta aggressione a un sostenitore della lista civica ‘Milano X Pisapia’, secondo quanto fa sapere l’ufficio stampa della lista in questione. Un attacco che però sembra basarsi più su motivi razziali che politici. Otto Bitjoka, presidente di Ethnoland e vicepresidente di Extrabanca, stava rilasciando un’intervista in piazza Caiazzo quando un motociclista lo ha insultato con epiteti razzisti. All’urlo di ‘Vattene a casa tua’, l’imprenditore camerunense ha ribattuto di essere già a casa sua: in quel momento è scattata l’aggressione fisica. Bitjoka però non aveva addosso nessun segno riconducibile alla campagna elettorale dei sostenitori di Giuliano Pisapia, come ha confermato il direttore di Lombardia Channel, Alessandro Aleotti, che stava intervistando Bitjoka. Continua così l’accusa incrociata di scontri e violenze tra i due candidati, dopo i numerosi episodi degli scorsi giorni. Che non hanno certo spinto i due a una riconciliazione.

“Sarebbe bastato, in queste lunghe due settimane trascorse dallo sgradevole episodio che l’ha vista protagonista di una diffamazione nei miei confronti, inviarmi un biglietto privato. Non lo ha fatto”, spiega così Giuliano Pisapia il suo rifiuto a incontrare pubblicamente Letizia Moratti. “Peraltro – aggiunge l’avvocato milanese – per dimostrare che le scuse sono sincere dovrebbe gentilmente spiegare anche chi le ha suggerito le strategie e fornito documenti ingannevoli”. “Pisapia sui programmi scappa, non ha nemmeno accettato un confronto in Rai, non si vuole confrontare sui programmi e sulle loro differenze”, rilancia la Moratti, confermando la sua presenza domani negli studi di Sky per un nuovo faccia a faccia, nonostante lo staff dell’avvocato milanese abbia annunciato la sua assenza.

L’emittente ha intanto invitato il candidato di centrosinistra a “riconsiderare la sua scelta”, annunciando: “Se uno dei due candidati nei ballottaggi di Milano dovesse non presentarsi – ha fatto sapere il direttore di Sky Tg24, Emilio Carelli – non ci resterebbe quindi che procedere alla raffica di domande nei confronti del candidato che sarà presente”. La poltrona di Pisapia potrebbe quindi restare vuota e regalare i suoi minuti alla sfidante. Carelli ha infine ricordato al candidato “che le squalifiche di campo spettano agli arbitri, non ai giocatori”.