Anche oggi Il Giornale di Alessandro Sallusti ci regala delle autentiche perle di saggezza sulla campagna elettorale di Milano. Leggete qui: “Sorprende – scrive Sallusti – come una parte della Curia milanese e del mondo cattolico meneghino si stia dando da fare per aiutare Pisapia: matrimoni gay, droga libera e ateismo formale e sostanziale (cose previste nel programma della sinistra) sono così attraenti per il cardinal Tettamanzi? Evidentemente sì, perché non solo il principe della Chiesa ambrosiana non ha dato indicazioni chiare al suo gregge ma – conclude indignato Sallusti – le sue mezze frasi e la sua ambiguità  sono certamente un aiuto ai mangiapreti alla Pisapia”.

Ricapitolando: il noto anticristo mangiapreti Giuliano Pisapia, da mesi impegnato nella sua battaglia per la mecca gay, la droga libera, l’ateismo (quello “sostanziale”, per giunta!), la promozione del furto con finalità terroristiche e quello della violenza con finalità brigatiste, secondo Il Giornale, gode anche del fiancheggiamento del cardinal Tettamanzi, evidentemente sedotto da questo ambizioso programma eversivo. É bello scoprire che anche il Vaticano appoggia la battaglia per la scristianizzazione di Milano. Dalla parte del bene, impavidi, resistono solo l’eroina cotonata, Letizia Batman Moratti, il prode convertito, Magdi Cristiano Allam, e l’eroico monaco guerriero, Alessandro Sallusti. Si muore dalla voglia di prendere la residenza a Milano, pur di poterli votare!