In una città in cui si è debitori del maiale per il Prosciutto di Parma, intitolare una campagna “Parma non è un porcile” è il massimo. Il tutto perchè P.le della Pace è sporca. Perché il Comune di Parma ha evitato di pulirla per due giorni per mostrare al cittadino quello che è opera del cittadino stesso: sporcare.

Parma che ogni mattina si sveglia con quel piazzale sporco, Parma che si sporca anche fuori dal centro senza che venga scomodata che so… una moffetta, una puzzola, un facocero, uno… sì! uno stercorario per una campagna dal titolo “Parma non mangia cacca”.

Parma la porca che non arriva al 40% sulla raccolta differenziata. Evvattelappesca… per sensibilizzare il cittadino virtuoso si fa una campagna di sensibilizzazione dove sui manifesti c’è il cittadino intento nello sporcare con la faccia da maiale. Ma ritraetelo nudo di spalle ‘sto cittadino, che si veda almeno la faccia vera! Con tutti quelli che son favorevoli all’ inceneritore… possibile che non c’è un maiale più maiale di quelli ? Un cane innaffia per terra: è vandalismo. Un termovalorizzatore evapora morte: è nuvoloso!

Che Parma non sia un porcile non significa che possa continuare a fare vaccate.