Berlusconi ha definito i pm “un cancro” da estirpare. Oggi l’Italia ricorderà invece le vittime del terrorismo, e tra loro i magistrati “estirpati” dal terrorismo. Forse la signora Moratti non dovrebbe continuare a chiedere le dimissioni del signor Lassini, bensì quelle del suo ispiratore, nonché capolista per le comunali di Milano, nonché presidente del Consiglio pro tempore.

Se parole simili fossero mai state pronunciare da un cittadino qualsiasi sarebbe intervenuta la celere, ma Berlusconi si considera, e forse già è, una persona al di sotto di ogni legge. Chi andrà a votare a Milano avrà la possibilità di scegliere il sindaco, ma anche di dare un voto a favore della legalità repubblicana e contro un “Irresponsabile” che resta in vita grazie all’acquisto di alcuni “Responsabili”.