“In un futuro programma di sinistra i diritti umani dovrebbe essere al primo posto senza e senza ma”. Così Nichi Vendola a Napoli, nel suo intervento che ha chiuso la giornata di studi ‘Mare nostrum’ sui conflitti nel Mediterraneo. Diritti umani che valgono in Russia così come in Bielorussia, ma anche a Cuba “ dove quel regime può salvare il senso di una meravigliosa rivoluzione a condizione che volga il proprio sguardo verso il futuro che oggi si chiama: pluralismo, libertà e democrazia”. Vendola si è soffermato anche sulle elezioni amministrative nel capoluogo campano, dove Sel ha deciso di appoggiare Mario Morcone, candidato del Pd. All’esterno del teatro Trianon, alcuni cittadini distribuivano volantini per chiedere a Vendola le ragioni del mancato appoggio a Luigi De Magistris. “Il cantiere della sinistra si può fare con tanti – ha spiegato il leader di Sel – sapendo che tra i nemici di sinistra ci sono anche gli atteggiamenti di intolleranza e integralismo”. Video di Nello Trocchia