Ci sono segnali che la dicono lunga sullo stato di salute dell’occupazione. Anche nell’Emilia Romagna del miracolo economico. Milleseicento candidati pertre posti da infermiere. L’Azienda ospedaliera Santa Maria Nuova di Reggio Emilia ha dovuto mettere a punto una vera e propria macchina organizzativa per fare svolgere ieri la prima parte del concorso per il ruolo di infermiere, ospitato nella sede dell’Ente Fiera di Mancasale. A fronte dei 2.238 candidati ammessi alla selezione, sono stati poco più di 1.600 gli aspiranti infermieri che si sono presentati per svolgere la prova scritta.

Il piano di sicurezza, messo a punto dal Servizio del personale e dal Servizio tecnico dell’Azienda Ospedaliera in collaborazione con il 118 – spiega il Santa Maria – ha garantito che tutte le procedure della giornata si svolgessero nei tempi e nei modi previsti.

Per il concorso sono state impegnate circa cento persone: personale tecnico, amministrativo e sanitario, i dipendenti dell’Arcispedale reclutati dall’Ufficio Concorsi per assicurare il servizio di supervisione ed assistenza durante tutta la giornata, gli operatori del personale del Servizio 118. La prossima prova è prevista il 4 maggio. I posti a concorso sono tre, ma chi passa l’esame entra nella graduatoria che vale per tre anni, della quale si attingerà per coprire altri posti che risulteranno vacanti fino al 2014.