Le milizie leghiste sono l’esercito del futuro. Ma la forza bruta non basta, bisogna anche nutrire lo spirito. Servono uomini integri e pii che la gioventù padana possa prendere a esempio. Presentiamo qui una piccola rassegna di autori veneti emergenti a cui i giovani miliziani della Serenissima Regione potranno abbeverare le loro fresche menti.

CENTOMILA GAVETTE DI GHIACCIO – LA VENDETTA
di Alvise Boareto

In questo avvincente romanzo d’azione, l’armata Julia torna in Russia. Ma stavolta in gita. Negli alberghi di Mosca e San Pietroburgo, giovani e vecchi alpini sferrano l’attacco finale ad un battaglione di prostitute pronte a tutto per un paio di Geox.

SARDE E SARDONI
di Gilda Monega

Come distinguerli? Solo la massaia veneta sa guardare negli occhi un pesce e fargli dire tutto quello che sa.

IO E TONI
di Gigi Fasolon

Un’amicizia virile fra due guardie forestali nei rudi boschi della Valsugana

IO TE E TONI
di Marco Balonaro

Due coppie alla deriva lottano contro l’irresistibile tentazione dello scambismo. Ricchezza, onanismo e potere nella frenetica Piove di Sacco.

UNA MUCCA, TANTI PENSIERI
di Vittorio Zampegon

Romanzo di formazione autobiografico di un allevatore che ha saputo vedere al di là della frontiera fra animale e uomo veneto.

LA CAPANNA DELLO ZIO BEPI
di Nando Ponzilovo

Una distilleria abusiva alla periferia di Mestre e tre vecchi alcolizzati che trovano la felicità.

PICCOLI MONA CRESCONO
di Gianni Barbastel

Una gioiosa infanzia in una fattoria del Polesine.

IL RICHIAMO DELLA POLENTA
di Eraclio Masanzago

Matteo, giovane storno trevisano, è pronto a migrare con i suoi compagni verso le coste dell’Africa. Non sa che fra le canne del Canal Bianco qualcuno sta per deviare la sua vita verso una tragica fine.

GONORREA
di Gino Bartagnin

Le irriverenti memorie di un libertino di Cavarzere.

PER CHI SUONA IL CAMPANELLO
di Marisa Sgionfietti

La triste vita di una donna sensibile costretta alla solitudine da un molesto odore intimo.

LA VOCE NEL SILENZIO
di Sante Scandolini

Uno spregiudicato coltivatore diretto di giorno lavora nei campi e di notte indossa la biancheria intima di sua madre per fare telefonate erotiche al prete del paese.

IL CARNEFICE DI TREBASELEGHE
di Fiorenzo Marangon

Il caposcuola del noir veneto in una nuova avventura dell’ispettore Braghetta, questa volta impegnato nella caccia al dottor Paciarina, il criminale chirurgo estetico che mutila orrendamente le natiche delle sue pazienti.

LA TROTA, PESCE CELTICO
di Roldano Bosegatti

In questo arguto saggio a metà fra libro di meditazione e manuale di pesca, si ripercorre la storia del più celtico dei pesci che i nostri antenati catturavano a morsi tuffandosi nell’acqua tonificante dei torrenti padani e si contendevano con orsi e lupi assieme alle femmine. Lo stile asciutto in bergamasco brembano rende ancor più suggestivo il testo. L’autore del premiatissimo C’è vita nel letamaio conferma qui la sua profonda conoscenza del cuore lumbàrd.

LE MIE PIGIONI
di Rino Squaquaron

Un affittacamere padovano racconta quanti cinesi riesce a mettere in cinquanta metri quadri senza servizi. Consigli pratici e piccoli stratagemmi per l’imprenditore parsimonioso e il prosseneta accorto. Un volume che non deve mancare nella biblioteca di ogni cultore della tolleranza zero. Con illustrazioni e planimetrie dell’autore. Prefazione di Giancarlo Gentilini

VAI TROPPO SPESSO A PAPOZZE
di Celestino Paparella

Un padroncino che con il suo furgone varca caselli e scavalca svincoli alla ricerca della prostituta nigeriana che ha cambiato la sua vita. Il protagonista di questa travel novel padana potrebbe essere uno di noi. Scrittura cruda di un autore che già con Reparto Urologia ci ha insegnato a esplorare il nostro lato oscuro.