Solo Berlusconi, dopo aver firmato un trattato di amicizia che prevede la non ingerenza nelle scelte politiche dell’alleato e l’impegno a non mettere a disposizione il proprio territorio per attacchi ai suoi danni, può violare il patto partecipando ad una missione contro di lui e mettendo a disposizione le basi per la partenza degli attacchi.

Solo Berlusconi può arruolare ministri macchietta come La Russa e Frattini.
Solo Berlusconi può farsi imporre l’agenda dai saggi della Lega.
Solo in Italia Berlusconi può essere il capo del governo.

Odissea all’alba

Della Nazione il megaciarlatano
si fa passar per grande mediatore:
fra Putin Vladimiro ed il texano,
fra la Nato ed il russo dittatore,

fra la Chiesa d’Oriente e d’Occidente,
fra il Papa e delle Russie il Patriarca,
ma per Gheddafi mediazioni niente…,
anzi lesto contro di lui s’imbarca

con Cameron, Obama e Sarkozy,
mentre, con l’occhio in lacrime, bisbiglia:
Oh quanto è triste andare contro chi
consideravo della mia famiglia…

ma è stato Sarkozy che ha cominciato.
Un giorno con Gheddafi  torneremo,
Fin qui per questo non abbiam sparato
e quel che è certo è che non spareremo”.

Nessuna vittima per colpa nostra
ed al mille per mille ve lo escludo,
per prestigio salimmo sulla giostra”,
va gridando La Russa a torso nudo,

con occhio in fiamme e fascia tricolore.
Mentre Frattini grida a Sarkozy:
Ti cacciam dalle basi da invasore
se a comandar la Nato non vien qui!

Ai tre di questa ignobile congrega
sommiam Maroni, Bossi e Calderoli
che dicon: “Qui comanda sol la Lega!
Finché governeran tali mariuoli

saremo dell’Europa i derelitti
e Cameron, Obama e Sarkozy
per difender d’un popolo i diritti
la Libia lasceranno e verran qui.