Nichi Vendola nello studio di Porta a Porta

Scontro a distanza tra Nichi Vendola e Bruno Vespa. Il governatore della Puglia, intervenendo alla Bocconi, ha definito Porta a Porta “un luogo che uccide il confronto, una trasmissione ignobile”. E ha spiegato: “Io partecipo ai talk-show -ha aggiunto- ma l’unico a cui non vado è Porta a Porta“. Immediata la replica del conduttore Rai. La trasmissione farà “volentieri a meno di ospitare Vendola”. Il giornalista accusa il leader di Sel di mostrare uno “spaventoso livello di intolleranza”.

“Vendola – sottolinea Vespa – ha due facce ed è un pavido. Incontrandomi in un ristorante di Venezia durante l’ultimo Festival del cinema mi è venuto incontro cordialmente e si è detto disponibile ad essere ospite di Porta a Porta, rispondendo sempre poi peraltro negativamente ai nostri inviti. E’ facile oggi replicare che di ignobile c’è soltanto la sua dichiarazione, visto che Porta a Porta è da 15 anni la trasmissione più attenta alla parità del confronto. Faremo perciò volentieri a meno di lui e del suo partito ma è spaventoso registrare questo livello di intolleranza da parte di chi si candida alla leadership del paese”.