E’ notizia di ieri: la Commissione Europea ha deciso di aprire un’inchiesta per la sospetta violazione del Regolamento Comunitario sul cabotaggio marittimo (3577/92) nel golfo di Napoli, perché “le linee non possono essere ‘concesse’ ma devono essere di accesso libero a tutti gli operatori comunitari”.

Questa decisione rafforza quelli che erano i dubbi sul (mancato) rispetto della normativa europea. In particolare circa la “concessione” delle linee nel golfo e le continue proroghe per mantenere lo status quo.

Per l’ennesima volta dobbiamo ringraziare la Commissione Europea per aver deciso di far luce su questa situazione, sperando che questa iniziativa possa portare rapidamente i nostri amministratori a fare marcia indietro attraverso l’indizione di una vera gara d’appalto europea aperta a tutti gli armatori comunitari.

Ps: A tutti i sostenitori dell’iniziativa per un Parlamento Europeo Pulito: secondo quanto riporta il sito della Commissione Affari Costituzionali del Parlamento Europeo, mercoledì 9 Marzo scade il termine per presentare l’emendamento da noi richiesto. Facciamo sentire la nostra voce, chiediamo la presentazione dell’emendamento per l’ineleggibilità dei condannati prima che sia troppo tardi! Qui le istruzioni. Grazie!
Andrea D’Ambra

Dal blog Andreadambra.eu