La locandina del film "Silvio forever" di Roberto Faenza e Filippo Macelloni

Il film parla di Silvio? La Rai non manda in onda lo spot. “Questa mattina la Rai ha comunicato di aver sospeso la messa in onda dello spot del film ‘Silvio Forever’, programmata da domenica prossima, 6 marzo. La decisione è stata motivata con non meglio specificati approfondimenti in corso da parte dell’ufficio legale di viale Mazzini”.

E’ quanto si legge sul sito di Silvio Forever, film distribuito dalla Lucky Red. La pellicola, in uscita nei cinema il 25 marzo, è di Roberto Faenza e Filippo Macelloni con la sceneggiatura di Gian Antonio Stella e Sergio Rizzo (autori del libro La Casta).

“Silvio Forever”, sottotitolo “Autobiografia non autorizzata di Silvio Berlusconi” è il racconto attraverso le immagini di repertorio delle vicende politiche e personali del premier, “strepitoso personaggio della commedia dell’arte – si legge nella sinossi – capace di offrire miriadi di spunti per una avventura cinematograficamente immaginabile. Piaccia o non piaccia, nessuno è più rappresentativo dell’Italia di oggi quanto il Cavaliere”.

Dal canto suo la Rai ha replicato con una nota in cui nega l’esistenza di qualsiasi forma di censura. “Lo spot della Lucky Red sul film ‘Silvio forever’ è stato giudicato ‘inopportuno’ dalle strutture Rai preposte – spiega Viale Mazzini – nella parte in cui riproduce una dichiarazione di una persona scomparsa (la madre del premier, ndr), piegandone immagini e parole a fini satirici”.

“La Direzione Affari Legali di Rai, limitatamente ai fotogrammi in questione, non ha potuto peraltro escludere rischi di azioni risarcitorie per offesa alla memoria della defunta. Nessun rilievo invece per il resto del filmato – conclude la Rai – che senza tali immagini potrà essere riproposto”.