Battute al vetriolo tra Gianfranco Fini e Bruno Vespa nel corso della registrazione della puntata di Porta a Porta del 3 marzo. Il presidente della Camera non ha risparmiato fendenti al conduttore Vespa, dando vita ad appassionanti botta e risposta.

Sul caso Ruby, quando Vespa gli ha fatto notare che molta stampa ritiene che il leader Fli avrebbe già deciso di “accontentare” il Pdl sottoponendo la decisione sul conflitto di attribuzione direttamente all’Aula: “Lei conosce bene la stampa italiana – ha replicato Fini – lei ne è uno degli interpreti e a volte uno degli interpreti più fantasiosi.

Sul Piano per il Sud promesso dal governo: “Spero il Cdm si occupi di un piano per il rilancio dell’occupazione giovanile o della reale condizione del nostro Meridione, perché del Piano per il Sud non c’è traccia a parte qualche servizio di Tg e di Porta a Porta. Vespa ha immediatamente replicato: “Abbiamo fatto un solo servizio”. E Fini: “Ho detto qualche, non abbia la coda di paglia.

In più di un’occasione, il presidente della Camera ha insinuato un legame tra Vespa e Berlusconi. Di fronte alle domande del conduttore di Porta a Porta, Fini ha commentato: “Lei è molto informato su quello che fa Berlusconi”. E ancora sulle intercettazioni: “Dovrebbe chiedere a Berlusconi, che lei frequenta… perché disse no alle modifiche proposte da Giulia Bongiorno”.

Botta e risposta infine sulle amministrative. Vespa ha insistito molto sulle intenzioni di Fli di schierarsi con il centrodestra o con il centrosinistra: “Avete preclusioni ad allearvi con buoni candidati di destra?”, ha chiesto il giornalista. E Fini: Lei offende la mia intelligenza. “Mi fa piacere”, è stata la risposta di Vespa che ha stupito il leader di Fli, il quale a sua volta ha commentato: “Speravo fosse un giornalista più corretto…”.

Video tratto dal canale YouTube di Trarcomavaglio