Le gemelle Eleonora e Imma De Vivo

Berlusconi protagonista esclusivo del bunga bunga. Lo racconta Imma De Vivo, il “portafortuna” del premier. Che il 25 settembre scorso, secondo Repubblica, cerca di convincere un’amica a partecipare a una serata ad Arcore: “Allora ti dico una cosa, parla con me che comunque sono competente, nel senso che non ti dico una cazzata. Non ci sono altri uomini – spiega la gemellina – al di fuori di (Berlusconi), quindi non puoi trovare il papà della tua amica. Impossibilissimo! Quando io vado a queste cene, e sono molto rare, c’è solo lui come uomo. È unico e solo protagonista esclusivo. Non c’è un altro maschio al di fuori di (Berlusconi). Quindi il papà delle tua amica non lo trovi mai e poi mai. Perché quando ci sono altri uomini, ci sono solo lui e gli uomini. Non ci sono le ragazze”.

Sei feste di capodanno col premier, ma l’irresistibele voglia di togliersi da una situazione ormai scomoda. E’ quello che Barbara Faggioli, una delle ragazze del bunga bunga, racconta al telefono all’amica e valletta molto nota negli ambienti televisivi di Cologno Monzese, Elenoire Casalegno. ‘Sii furba e basta, prenditi quello che ti devi prendere e poi levati dai c…., fine”. E’ questo il consiglio che la Casalegno dà alla Faggioli, la showgirl ospite alle feste ad Arcore, a proposito del suo rapporto di conoscenza con Silvio Berlusconi. E’ un passaggio di una delle intercettazioni sul caso Ruby depositate dai pm di Milano insieme alla richiesta di giudizio immediato per il premier.

Lo scorso 8 gennaio le due al telefono parlano della scelta della Faggioli di cambiare vita: “Ti dico – afferma la Casalegno – io son ben felice se tu oggi decidi di svoltare e di cambiare. Son felice, ma sono felice per te perché ti voglio bene, e penso che per il bene del tuo futuro, è positivo, questa cosa, questa scelta, però nello stesso tempo ti dico non buttare da, da imprenditrice ti dico, non buttare mica via sei anni”.

E della sua frequentazione col capo del governo lunga sei anni Faggioli ne parla anche il giorno prima durante una telefonata con Aris Espinosa, un’altra delle ragazze presenti alle serate a Villa San Martino. La Faggioli è appena ritornata da un viaggio e confida all’amica: “Amore mio è il primo anno dopo sei anni che non passo un capodanno con lui e me ne vado a fare una vacanza mia dopo sei estati, sei capodanni, sei compleanni, uno ci sta”. La showgirl, per cui era stato ventilato anche un progetto nel mondo della politica, dice anche di aver da poco “chiamato a casa sua ma non me l’hanno passato” e di essere indecisa se andare da lui.

Michelle Conceicao, la brasiliana che la notte tra il 27 e il 28 maggio scorsi chiamò Berlusconi per dirgli che Ruby si trovava in Questura a Milano per via di un furto aveva “parlato mille volte” a Lele Mora, avvisandolo che Ruby “va a fare un casino” ma non è stata creduta. E’ quanto scrive la donna, ritenuta dagli inquirenti una escort, in un sms inviato a Marysyhell Polanco e che si trova tra gli atti.

Michelle, il 15 gennaio scorso, il giorno dopo le perquisizioni alla ragazze ospiti ad Arcore, scrive alla modella dominicana in un italiano sgrammaticato: “Vorrei dirte che io non ho mai parlato di te e Nicole (Minetti ndr) perché lo so que tu e lei non centra nulla. Però se ti ricordi ho parlato mille volte a Lele che Ruby va fare un casino. Ma vuoi non me anno greduti…”. “Io quello che poso fare sto facendo quando sono della pm Boccassini”.

Sempre da quanto emerge dalle carte c’è stato anche il tentativo da parte della Polanco di avvisare Berlusconi subito dopo le perquisizioni alle giovani coinvolte nel caso Ruby: lo stesso giorno, la ragazza cerca di mettersi in contatto con il Capo del governo. Attorno alle 19.45, quando ormai l’operazione della polizia è più o meno terminata e le ragazze sono state ascoltate dagli investigatori, Marysthell chiama Alfredo Pezzotti, stretto collaboratore di Berlusconi: “Ho un’urgenza di parlare con il presidente”, dice la showgirl. E alla risposta che in quel momento ” è impegnato però lascio la chiamata e poi vediamo cosa può fare”, Marysthell spiega: “Eee perché è urgente devo dirgli questo, per quello che è successo a Milano, non so se lui lo sa”. Alfredo: “Si, si eh, lo sa, lo sa, lo sa”.

Quello stesso giorno la Procura aveva inviato al premier l’invito a comparire accusandolo di concussione e prostituzione minorile e alla camera la richiesta di poter perquisire gli uffici di Giuseppe Spinelli.

”Mi devono veramente baciare ilc… che non sono finiti tutti dentro”. E’ quel che dice invece Caterina Pasquino, la giovane che denunciò Ruby di furto facendola finire in Questura la notte tra il 27 e il 28 maggio scorso, all’ex calciatore del Livorno Fabio Galante, in una conversazione intercettata e ora tra gli atti allegati alla richiesta di giudizio immediato avanzata dai pm di Milano nei confronti di Silvio Berlusconi. Pasquino lo scorso 9 gennaio, al telefono con Galante, spiega che “Lele Mora le deve moltissimi soldi ma si nega al telefono” e aggiunge “di non aver mai lavorato per lui e la sua agenzia, ma di avergli solo fatto una cortesia”. “Ci lavoro in questo ambiente da 14 anni – dice la Pasquino a Galante – (…) conosco il mondo dello spettacolo, ho fatto piccole cose, pubblicità, queste cose eccetera”. La ragazza, a proposito di “come funziona il mondo dello spettacolo”, ha sottolineato di non essere mai riuscita a “stare a letto con un uomo se non mi piace (…)” e quindi di non essere “una così perchè devo avere successo e quindi non sono mai riuscita, però (…) mi fa un pò paura questa situazione”.

Poi la cubista confida all’amico: “Adesso mi stanno chiamando tanti registi come Leonardo Pieraccioni cioè, tramite amicizie, amici di Massimo Matta, ha voluto il mio contatto e mi ha chiamato lui che vuole che faccio una parte con lui”. Dopo di che aggiunge: “Ho detto guarda che io non ho mai lavorato per quell’agenzia con Lele, ho fatto solo una cortesia a lui”. E più avanti: “Fabio, veramente mi devono baciare il c… che non sono finiti tutti dentro”.

Caterina Pasquino continua a parlare dell’ambiente legato al talent scout “Io neanche li conosco amore, io non ho a che fare con quella gente (…). Una volta sono stata a mangiare a casa di Lele, ma mai confidenza più di un ciao. Non frequento quella gente lì”. I due parlano poi di Barbara Guerra e la Pasquino dice: “No, lei non guarda in faccia se è vecchio o giovane (…) l’importante è che guadagna”. Racconta inoltre di “una sera a casa di Lele (Mora ndr): non ci andrò mai più perchè mi sentivo imbarazzata perchè vedevo cioè gente che se ne andava, le ragazze che erano lì a tavola con gente vecchia, il vomito”.

E’ preoccupata invece per la sua ‘carriera’ Alesandra Sorcinelli. L’ex meterorina teme che essere stata perquisita ed essere una delle ragazze finite al centro del caso Ruby per le serate ad Arcore, possa crearle dei problemi con la selezione per partecipare all’Isola dei Famosi. La sera del 14 gennaio scorso, dopo le perquisizioni e in piena bufera, la Sorcinelli si precipita a chiamare Lele Mora raccontandogli di quel che è accaduto, compreso l’interrogatorio come testimone in questura. La giovane dice al talent scout: “Chiaramente sì sono pazzi, sono totalmente pazzi e poi ti volevo dire anche un’altra cosa che era quella dell’isola, ma a sto punto io non, cioè non, siccome ero in ballo (…) ero in ballo per l’isola”. Mora: “Ah sì beh, ma tanto non tiii, se eri in ballo per l’isola problemi non ce ne sono, in ballo sei e in ballo resti”. Alessandra: “In ballo resto, dici?”. Mora: “Ma certo tesoro”. Sempre lo stesso giorno, attorno alle 14.30, l’ex meteorina chiama anche Emilio Fede e racconta di “essere scioccata” dall’ispezione che le hanno fatto in casa: “Hanno preso degli oggetti utili alle indagini, documenti, hanno fotografato tutte le borse, vestiti e giochi e cose intime”. E Fede le risponde: “Roba da matti. A me mi hanno abbinato a questa Ruby che l’ho vista una volta e che la trovavo pure orrenda”. Il direttore più avanti aggiunge: “Non l’ho presentata io, poi io l’ho vista na volta lì, che devo dire…”.

Aggiornato alle 10.00 del 5 marzo 2011