Il 15 agosto 2007 sei giovani uomini di origini calabresi subiscono un agguato e vengono uccisi a Duisburg, in Germania, in quello che rimane il più grave spargimento di sangue attribuibile alla criminalità organizzata italiana fuori dai confini nazionali (escludendo gli Stati Uniti). Solo a partire da quel tragico episodio, la ‘ndrangheta ha ottenuto la ribalta della stampa internazionale, pur rimanendo un fenomeno criminale sottovalutato persino in Italia, dal nome impronunciabile per gli stranieri.

Per provare a spiegare il fenomeno ‘ndrangheta al pubblico anglosassone e non solo, lo Ucl – University College of London organizza un seminario dal titolo “The origins of the ‘ndrangheta of Calabria: Italy’s most powerful mafia”, che si terrà presso il Darwin Lecture Theatre della stessa università domani 1 marzo alle 13,15. Parlerà John Dickie, professore del dipartimento di Italian studies dello Ucl e autore di Cosa Nostra. A history of the Sicilian Mafia (Cosa Nostra. Storia della mafia siciliana), e Blood Brotherhoods: the rise of the Italian Mafias (Fratellanze di sangue: la nascita delle mafie italiane).