“Oggi ci sono stati esponenti politici che hanno sostenuto che la magistratura attacca il governo e il parlamento. La magistratura non attacca nessuno”. Lo ha detto Luca Palamara, presidente dell’Associazione nazionale magistrati, intervenendo a ‘Repubblica Tv’, in merito alle polemiche sul caso Ruby. “Ci sono regole predeterminate e fissate che i giudici devono applicare, soprattutto nel rispetto di due principi fondamentali – ha proseguito Palamara – e cioè che l’esercizio dell’azione penale nel nostro ordinamento è obbligatoria, quindi non possiamo far finta di non vedere, e il principio della presunzione di non colpevolezza”.