“Speriamo che Casini si ravveda”. La vigilia di Natale si apre con una telefonata di Silvio Berlusconi a Mattino 5 su Canale 5. Il tema è sempre quello dell’allargamento della maggioranza: “Vedremo se lui – ha detto il premier riferendosi a Casini – ha perso una grande occasione: poteva sostituire con i suoi parlamentari i parlametari di Fli. Speriamo che si ravveda”. E se il governo non riuscesse ad avere il sostegno di una nuova maggioranza? “Se non fosse possibile” fare le riforme con una maggioranza alla Camera, “l’alternativa sarebbe il voto”. Poi una nuova frecciata a Gianfranco Fini sull’ipotesi di dimissioni da presidente della Camera: “E’ una valutazione che attiene alla sua coscienza ed alla sua dignità, lui ormai è all’opposizione contro la sua maggioranza”.

Passaggio obbligato dell’intervista il tema Fiat, dopo l’accordo su Mirafiori raggiunto senza la firma della Fiom. Il premier sta con l’azienda: ”E’ un accordo storico”. Berlusconi si augura che l’azienda automobilistica possa mantenere la produzione in Italia, evitando il trasferimento all’estero degli impianti.