Bravi ragazzi, che avete fatto ciò che avete deciso nelle vostre assemblee . Senza ascoltare i soloni che tentavano di darvi i buoni consigli. Ed evitando il trappolone di chi voleva lo scontro a tutti i costi.

Bravi ragazzi, che siete stati alla larga dai centri di potere, per ripagare i potenti con la loro stessa arma. Del resto, in questi anni chi vi ha ascoltato? Praticamente nessuno. E quindi avete deciso di fare di testa vostra, caparbi ed efficaci, fantasiosi e ironici.

Bravi ragazzi, che li avete presi tutti per il culo. Anche i fascistoni Gasparri e La Russa, verdi di rabbia e neri di bile e di origine. Siete riusciti a far dire qualcosa anche a Bossi-zombie: “Mi sembra che fossero di meno del 14…”, null’altro che questo, perché non c’era altro da dire di fronte alla dimostrazione di grande strategia tattica e politica che avete dimostrato.

Bravi ragazzi, che avete deciso di non farvi rinchiudere nella loro “zona rossa” e siete riusciti a strappare la simpatia del resto dei cittadini che hanno solidarizzato con voi.

Bravi ragazzi, che persino Nonno Napolitano è dovuto intervenire per ricordarvi di prendere un appuntamento con lui.

Bravi ragazzi, che adesso avete in mano il pallino, fatene ciò che volete, visto che conoscete bene i tempi e i modi. Ma non perdete la vostra vena ironica e guascona.