Dopodomani sarà domenica, sarà la terza domenica di novembre e non sarà una domenica come le altre, almeno per certe famiglie. Perché dopodomani sarà la giornata mondiale in ricordo delle vittime della strada – è stata istituita il 26 ottobre del 2005 dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite.

In piazza Zamara a Palazzolo, in provincia di Brescia, compariranno 112 croci, tante sono state le vittime della strada nel bresciano lo scorso anno.

E’ stato Roberto Merli “a inventarsi” questa manifestazione, la manifestazione delle croci, allestita ogni anno in un centro della provincia lombarda.

Roberto Merli è un papà che ha perso suo figlio sulla strada e che da quando è successo ha scelto di mettere il suo dolore al servizio degli altri, perché ciò che è successo alla sua famiglia non accada ad altre.

Da allora Roberto Merli è diventato il responsabile dell’Associazione italiana familiari e vittime della strada (AIFVS) a Brescia. Oggi l’associazione conta in Italia 118 sedi e dopodomani in molte città d’Italia saranno celebrate messe, distribuiti materiali informativi, organizzate fiaccolate e dibattiti.

E’ la società civile che reagisce. Ogni giorno. Non solo dopodomani.