Torniamo a scrivere del vino bianco più fine e longevo del mondo, che è anche il più dolce e il meno sdolcinato: il Riesling. Intendendo sempre il Riesling Renano o Rheinriesling, da non confondere col Riesling Italico o Welschriesling. «Bevete un Riesling almeno una volta al mese» scrive Hugh Johnson, cioè il più noto scrittore di vino al mondo da quattro decenni «e tanti Chardonnay vi sembreranno banali… Solamente il Riesling dà vini puri, che rispecchiano precisamente il territorio d’origine, in una varietà che va dal floreale o fruttato con acidità minerale e tagliente, al sensuale e cremoso, fino a un nettare dolce, quasi un miele, seppure pungente”.

Vini che variano anche nel colore, dal verdolino trasparente al dorato brillante, dall’ambrato al rossiccio. Vini che provengono da vigneti secolari e suggestivi, taluni così erti e scoscesi da essere accessibili solo attraverso carrelli monorotaia, che s’inerpicano fra i filari coltivati ad alberello su vertiginosi declivi d’ardesia.

Abbiamo assaggiato i migliori Riesling dolci di Germania, ossia i più longevi vini (non fortificati) al mondo: peregrinando fra presentazioni, cantine, e tradizionali aste nelle diverse regioni tedesche. A tali aste, quasi ogni anno, viene battuto il vino più costoso al mondo: cioè un vino dolce, che di solito impiega anni a fermentare fino a nemmeno 6 gradi alcolici, per poi essere venduto a diverse migliaia di euro.

Ma dal Riesling si producono anche i vini più economici e al contempo buoni, considerando le 5 euro che costa in media un Kabinett: cioè un vino la cui dolcezza residua è tenue, ed equilibrata da un’acidità aguzza.

Oltre a Kabinett in etichetta, abbiamo poi altre categorie della legislazione vinicola, in ordine crescente di dolcezza ma anche di acidità: le Spätlese, cioè vendemmie tardive. Le Auslese, selezioni di vendemmie tardive in cui si trovano grappoli affetti dalla cosiddetta “muffa nobile” (che disidrata i chicchi concentrando succo e aromi); le Beerenauslese o BA, ossia selezioni di chicchi in appassimento per il caldo o la muffa nobile; le Trockenbeerenauslese o TBA, ossia selezioni delle selezioni: i chicchi più appassiti. E infine gli Eiswein, o vini di ghiaccio: i grappoli vengono raccolti ghiacciati da novembre a gennaio e, nella pressatura, si separa il ghiaccio (e quindi l’acqua) all’interno dell’acino dalle altre sostanze, che riescono così concentrate. Il Riesling è infatti fra i primi vitigni a fiorire e fra gli ultimi ad essere vendemmiati.

L’ultima annata dei vini messi in commercio è la 2009: annata di poca muffa nobile ma buona maturità, da cui sono riuscite meglio le categorie Spätlese e Auslese.

I migliori assaggi di quest’anno:

Categoria Kabinett

Regione Mosella: 2009 Brauneberg Juffer di Willi Haag (economico); 2009 Ürziger Würzgarten di Weins-Prüm (pochi euro tanto piacere); 2009 Piesport Goldtröpfchen di St.Urbans-Hof; 2009 Scharzhofberger Alte Reben (asta) Egon Müller; 2009 Abtsberg di Von Schubert;

Regione Rheingau: 2009 Haalgartener Jungfer GK (asta) di Prinz Hallgarten;

Regione Rheinessen: 2009 Münsterer Rheinberg Kabinett (asta) di Kruger- Rumpf

Regione Nahe: 2009 Oberhauser Leistenberg di Donnhof

Categoria Spätlese

Mosella: 2009 Marienburg GK di Clemens Busch; 2009 Brauneberg Juffer di Willi Haag (economico); 2009 Wehlener Sonnenhur e Wehlener Sonnenhur dell’asta di J.J.Prüm ; 2009 Graacher Himmelreich di Willi Schaefer; 2009 Brauneberg Juffer Sonnenhur #14 (asta) di Fritz Haag; 2009 Scharzhofberg dell’asta di Egon Müller; 2009 ** fass 23 di Peter Lauer

Rheinessen: 2009 Westhofen Brunnenhäuschen “Abts.E” (asta) di Keller; 2009 Lothar Franz Hattenheim Pfaffenberg GK (asta) di Schloss Schönborn

Nahe: 2009 Niederhauser Hermannshole e 2009 Niederhauser Hermannshole GK di Donnhof. Ma anche il 2009 Norheimer Dellchen dell’asta di Donnhof, che è squisito

Categoria Auslese

Mosella: 2009 Winninger Röttgen di Knebel; 2009 Marienburg LGK di Clemens Busch; 2009 Brauneberg Juffer Sonnenhur di Willi Haag (costa poco); 2009 Ürziger Würzgarten e 2009 Erdener Prälat LGK (asta) di Dr.Loosen; 2009 Wehlener Sonnenhur GK (asta) di J.J.Prüm; 2009 Graacher Himmelreich Auslese GK (asta) e 2009 Graacher Dompbrost GK (asta) di Willi Schaefer (squisito); 2009 Wiltinger Braune Kupp Auslese GK (asta) e 2009 Scharzhofberger GK (asta) di Egon Müller; 2009 Rausch Auslese GK (asta) e 2009 Karthäuserhofberg GK #37 (asta) di Gelt Zilliken; 2009 Brauneberg Juffer Sonnenhur GK (asta) di Fritz Haag; 2009 Uhlen Laubach LGK (asta) di Heymann Löwenstein; 2009 Brauneberg Juffer Sonnenhur LGK (asta) di Schloss Lieser; 2009 Bernaksteler Lay Auslese**di Markus Molitor; Batterieberg di Immich Batterieberg. 2009 Ürziger Würzgarten Auslese *** e 2009 Erdener Prälat*** di Christoffel-Prüm; Abtsberg#149 di Von Schubert

Rheingau: 1976 Hochheimer Domdechaney (asta) di Domdechant Werner; 2009 Hochheimer Domdechaney (asta) di Domdechant Werner; 2009 Geisenheimer Rothenberg GK (asta) di Wegeler; 2009 Kiedrich Gräfenberg Gk (asta) di Robert Weil

Rheinessen: 2009 Westhofen Brunnenhäuschen “Abts.E” Auslese GK (asta) di Keller

Nahe: 2009 Münsterer Piettersberg GK (asta) di Kruger-Rumpf; 2009 Dorsheimer Goldloch GK (asta) di Schlossgut Diel

Categoria BA

Mosella: 2009 Marienburg di Clemens Busch; 2009 Uhlen Roth Lay di Heymann Löwenstein; 2006 Lieser Niederberg Helden di Schloss Lieser; 1971 Graacher Domprobst (asta) di Willi Schaefer (esemplare); 2007 Eitelsbacher Karthäuserhofberg #50 (asta) di Karthäuserhof

Mittelrhein: 2008 Bopparder Hamm Engelstein (asta) di Matthias Müller

Categoria TBA

Mosella: 2007 Ürziger Würzgarten (asta) di Rebenhof; 2005 Brauneberg Juffer Sonnenhur dell’asta di Fritz Haag (straordinario ma a più di 2000 euro per ogni 0,75); 2006 Graacher Himmelreich di Molitor (eccellente)

Rheingau: 2003 Kiedrich Gräfenberg dell’asta di Robert Weil (eccezionale ma venduto a oltre 5000 euro la bottiglia da 0,75); 2005 Iphöfer Julius Echter Berg (asta) di Hans Wirsching;

Nahe: 2003 Oberhäuser Brücker (asta) di Donnhof (grandioso)

Categoria Eiswein

Mosella: 2008 Ockfen BocksteinEiswein di St.Urbans-Hof; Eiswein #82 di Von Schubert (delizioso)

Rheinessen: 2008 Monzinger Halenberg Eiswein GK (asta) di Emrich-Schönleber

La maggior parte dei produttori vinicoli menzionati sono importati in Italia.

Ps: Non pochi viticultori usano una capsula dorata sulla bottiglia (“Gold Kapsel” o “Lange Gold Kapsel” abbreviata in GK o LGK) o delle stellette in etichetta (es.Auslese**) per indicare la presenza di grappoli scelti per maturazione eccezionale all’interno di singole categorie. Oppure si può partecipare a quest’evento dove si compareranno i migliori produttori di Riesling nell’arco di quasi quarant’anni: e per una buona volta, dopo diverse manifestazioni fittizie, ci saranno davvero i migliori.