Il Lodo Alfano? Per Pierluigi Bersani è un fatto abberrante “che verrebbe spazzato via con il referendum”. Il segretario del Pd ha parlato questa mattina a SkyTg24. “Il Paese ha tutti altri problemi, non c’è la barra in questo momento”. Insomma la posizione del Partito democratico è chiara. “Gli italiani non approverebbero una legge costituzionale ad personam’”. Per Bersani ecco cosa dovrebbe fare Berlusconi: “Il premier deve dire: ai miei problemi con la giustizia ghe pensi mi. Berlusconi potrebbe fare questo gesto storico che introdurrebbe un elemento di rasserenamento, anche se non di pacificazione nella politica italiana”.

Bersani però va avanti. Per lui, infatti, il Cavaliere dovrebbe ritirare tutte le leggi ad personam come il legittimo impedimento e il processo breve. ” Dopodiché – ha aggiunto – i problemi sono altri. Sono due anni che non facciamo niente per gli italiani, a partire dal lavoro’.

Il leader del Pd lancia poi un messaggio al governo. “Se il Lodo verrà ritirato potremmo iniziare un dialogo sulla riforma fiscale”. Quindi sul fronte della crisi dentro al quale si è infilato ieri Gianfranco Fini, lo stesso Bersani ribadisce che “se un governo tecnico ci sarà, dovrà occuparsi di una nuova legge elettorale”.

Passaggio obbligato sul caos rifiuti nel Napoletano. “Non credo che ora sia il momento di andare a Terzigno ad accendere fuochi che sono giaà troppo alti”. Dopodiché ha aggiunto: “Questa emergenza non si governa con i miracoli, perché i miracoli servono solo alla propaganda e poi finiscono in discarica… Non si puo’ pensare di governare un paese e risolvere i problemi del paesi con i miracoli. Nei momenti difficili, bisogna chiedere e dare la solidarietà, non si può chiamare Mandrake per risolvere i problemi”.