La guerra in Kosovo è costata 3000 morti (di cui 2000 civili e 1000 militari) ma questo non ferma i leghisti come Borghezio che si augura una Padania indipendente proprio come la provincia autonoma serba. Sarebbe dunque questo lo scenario prefigurato dall’ europarlamentare ad Affaritaliani.it.La Padania ha tutte le carte in regola per autogovernarsi sempre nell’ambito dei popoli e delle regioni. Se da Roma ostacolassero il cammino delle riforme, alla lunga sarebbero sconfitti come lo saranno i nemici della libertà dei corsi, dei baschi e delle altre nazioni senza stato”. Ma non si ferma minacciando che a quel punto: “Si aprirebbe uno scenario imprevedibile e non sarebbe troppo difficile canalizzare la sacrosanta esasperazione dei popoli del nord verso obiettivi di indipendenza raggiungibili oggi più che mai grazie al diritto di autodeterminazione sancito dal trattato di Lisbona”. Al limite dell’istigazione al conflitto, l’esponente del partito del ministro Umberto Bossi, poi spiega come questo diritto sia stato “riconosciuto dall’ unione europea per il Kosovo e indipendentemente dal giudizio che diamo su questa vicenda si tratta di un chiaro precedente”.