Nuovo allarme terrorismo. Secondo il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti d’America, l’Europa è a rischio attacchi da parte di Al Qaeda. Per questo gli Usa hanno emesso un Travel Alert: un avvertimento ai viaggiatori americani nei paesi europei. L’allerta ha fatto scattare l’allarme in Francia e Inghilterra.

Al Qaeda ed i gruppi terroristici ad essa affiliati continuano a studiare attacchi. Secondo “quanto suggeriscono le informazioni” in possesso del Dipartimento. Gli obiettivi sensibili sono i luoghi pubblici, tra cui stazioni, aeroporti, metropolitane ed infrastrutture che accolgono i turisti. Per tali ragioni, si chiede “ai cittadini Usa di prendere tutte le precauzioni in modo da essere consapevoli dell’ambiente circostante e di adottare misure di sicurezza appropriate per proteggersi mentre viaggiano”.

Nell’avvertimento ai viaggiatori Usa, in vigore fino al 31 gennaio 2011, il Dipartimento di Stato ricorda che “si lavora in stretta collaborazione con gli alleati europei sulle minacce del terrorismo internazionale, compresa al Qaeda”. Informazioni di questo tipo, prosegue il l’autorità anti-terrorismo, “vengono sistematicamente condivise tra gli Stati Uniti ed i partner principali in modo da smantellare piani terroristici, oltre a definire le risposte, reagire contro potenziali autori di attacchi e rafforzare le proprie difese contro le potenziali minacce”.

E mentre gli l’America avverte i propri cittadini in Inghilterra è allarme per il principe Harry. Sarebbe lui l’obiettivo numero uno dei terroristi sia islamici che irlandesi. Lo rivela oggi il domenicale News of the World riferendo che le misure di sicurezza per proteggere il secondogenito di Carlo e Diana sono state raddoppiate. I servizi britannici hanno infatti innalzato a livello due lo stato di allerta per un possibile attentato contro la famiglia reale. A rischio anche il padre Carlo e la sua seconda moglie Camilla, giunti oggi a Nuova Delhi per l’inaugurazione dei Giochi del Commonwealth, come pure la regina Elisabetta ed il principe William. Secondo il tabloid tuttavia, il principe Harry sarebbe più in pericolo di altri per via della sua esperienza militare in Afghanistan e per il suo stile di vita goliardico. Normalmente ad accompagnarlo a feste e attività di vario tipo sono tre agenti specializzati di Scotland Yard, ma ora il cordone di sicurezza attorno a lui si è infittito, con sei militari delle forze speciali Sas, armati con pistole Glock.

Anche la Francia ha emesso un’ allerta, sulla falsa riga degli Stati Uniti. E’ stato il ministero degli Esteri francese, Pierre Lellouche, a presentarlo: “Abbiamo preso nota delle raccomandazioni formulate dagli Stati Uniti per gli americani che sono in Europa: sono in linea con le raccomandazioni generali che noi stessi indirizziamo alla popolazione francese – è scritto in un comunicato del ministero – la minaccia terroristica in Francia resta elevata, la gravità dell’allerta resta inalterata, a livello rosso. Possiamo confermare che l’avvertimento per i viaggi in Francia e in Germania è stato aggiornato”.