1)      Si è reso conto che il lamento “mi trattano così dopo 15 anni…” l’hanno già fatto prima di lui migliaia di bancari che ha mandato a casa senza un grazie in nome della flessibilità, della competitività e della “value creation”?
2)      Pensa che sia questa riscoperta del rispetto dovuto da un’azienda ai prestatori d’opera ad aver ispirato ad alcuni lungimiranti strateghi l’idea di lanciarla come leader del centro-sinistra?
3)      Lei in dieci anni ha guadagnato duemila anni di stipendio di un impiegato normale dell’Unicredit: come affronterebbe l’argomento in un comizio?
4)      Nel caso diventasse il leader del centro-sinistra, quanti dei 40 milioni di euro che sta incassando a titolo di buonuscita dall’Unicredit donerebbe per la campagna elettorale?
5)      E infine, a proposito di capitalismo relazionale: ha commentato il suo siluramento dicendo “sono scomodo”. Perché ci ha tenuto nascosta la notizia per 15 anni?