Gianni Alemanno esce da Palazzo Chigi con l’approvazione del decreto legislativo su Roma Capitale. Il Consiglio dei ministri ha votato il provvedimento che conferisce lo status di ente speciale alla Città eterna nel 140esimo anniversario della breccia di Porta Pia.
“Ora ci vuole quella del Nord”, ha però commentato il leader della Lega, Umberto Bossi.Il Senatur giustifica la firma con una battuta: “Lo abbiamo votato solo perchè il sindaco Alemanno è venuto piangendo”.

Su eventuali resistenze della Lega al successivo decreto che dovrà adesso stabilire i nuovi poteri della Capitale il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, ha risposto: “”Ho assistito personalmente alla firma del decreto su Roma Capitale da parte dei ministri Bossi e Calderoli. In futuro affronteremo eventuali problemi come li abbiamo affrontati oggi. Gianni Letta scherzando mi ha detto che ministri della Lega avevano votato contro, poi mi ha rivelato che invece sul decreto c’era stata unanimità. Io ho ringraziato tutti e ho abbracciato il ministro Calderoli, perchè è stato determinante in questo processo”.