“Somewhere” di Sofia Coppola si aggiudica il Leone d’Oro per il miglior film della 67ma Mostra del cinema di Venezia.  In questa maniera la regista americana supera il padre, Francis Ford Coppola, che non ha mai vinto il premio. Il verdetto della giuria e’ stato accolto dai fischi della sala stampa che stava assistendo alla cerimonia finale dai teleschermi.

Asseganata anche la coppe Volpi: migliori interpreti sono Vincent Gallo per la categoria maschile, e Ariane Labed per quella femminile.  Mila Kunis è la vincitrice della Coppa Mastroianni, assegnato al miglior attore emergente. La coprotagonista di Black Swan della regista Darren Aronofsky, film d’apertura della Mostra, ha spedito un videomessaggio per accettare il premio. Il premio Venezia Luigi De Laurentiis, il Leone del futuro, è stato assegnato al film Cogunluk (Majority), diretto da Seren Yuce.

Ariane Labed è la protagonista del film greco Attenberg di Athina Rachel Tsangari:”Volevo ringraziare di tutto cuore Athina, con la quale abbiamo costruito questo personaggio. Non mi aspettavo questo premio, non mi sento a mio agio ma è un momento fantastico”, ha dichiarato l’attrice alla consegna della coppa Volpi. Vincent Gallo, si e’ aggiudicato la migliore interpretazioner per il ruolo di protagonista in “Essential Killing” di Jerzy Skolimowski. Una curiosità: l’attore americano interpreta un talebano che fugge da una prigione dell’esercito americano.  E che il premio venga assegnato proprio l’11 settembre. Vincent Gallo non riceve il premio, ma delega il suo regista.