Che bella domenica di idee, passione e impegno quella trascorsa con Gianfranco Fini e la nostra comunità umana e politica!

A Mirabello non è nato un nuovo partito: è successo qualcosa di molto più importante e straordinario. Un grande leader ha ridato senso alla militanza e all’impegno fatto di valori, battaglie, idee, progetto.

E’ nato molto più di in partito: si è rimessa in movimento la Politica, quella che deve saper parlare alle speranze, al cuore e alla ragione.

La Politica: non propaganda o sondaggi ma indicazione lungimirante di cambiamento e di futuro.

La Politica e non la noiosa e autoreferenziale elencazione delle “magnifiche sorti e progressive” del centrodestra italiano.

La Politica come “far bene cose di interesse comune” sui grandi temi che determinano il declino o la rinascita di una Nazione: legalità, etica della responsabilità, giovani, lavoro, coesione sociale, cittadinanza, unità nazionale.

Questa la risposta, coraggiosa e potente, a chi pensava di condizionarci o dividerci con le minacce o con le finte aperture.

Continuiamo così il nostro percorso difficile ma necessario per arrestare il declino e ridare voce alla speranza. E’ uno smagliante messaggio di speranza quello che parte da Mirabello.

Adesso spetta a noi, ma anche a tutti coloro i quali in questi mesi difficili ci hanno esortato a non cedere e ad andare avanti, riuscire a costruire cambiamento e innovazione, legalità e sviluppo.

Noi, con Fini, abbiamo buttato il cuore oltre l’ostacolo: adesso inizia il difficile, e il bello, di questa impresa.