Per amor di polemica e bramosia di perfezione e comodo alibi per codarda inerzia l’attuale genìa italica spacca il capello in quattro e discute di sesso degli angeli mentre una banda di predoni senza scrupoli saccheggia e devasta tutto quel che è possibile ancora razziare.

Contro ogni evidenza e decenza si sono vilipese e sottomesse scuola e giustizia nel trionfo di una favola mediatica e nell’interesse di una schiera mercenaria da cui il nuovo padrone si è circondato secondo l’adagio …custa quel che custa cumpra tutto il Berlusca!

La seconda repubblica è l’esito naturale della precedente ambigua fase in cui fu sette volte presidente e ventidue ministro e infine prescritto come mafioso il compagno di faccende dei vari Gelli e Sindona antitesi dei rari Ambrosoli e Borsellino la cui esecuzione fu decisa da chi conosceva i desideri del Principe!