Condannato a 3 anni e otto mesi in appello per le violenze alla scuola Diaz e a un anno e due mesi per induzione alla falsa testimonianza. Spartaco Mortola merita una promozione. Dopo aver fatto già un primo scatto di carriera diventando vice questore a Torino ora il suo nome  sarebbe in una lista di cinque persone che per questo parteciperanno a maggio al corso di formazione nazionale in programma a Roma.
Spartaco Mortola, tra le altre condanne, è stato giudicato colpevole anche per le falsità da lui sostenute  in ordine al ritrovamento delle bottiglie molotov alla scuola Diaz e per gli arresti illegittimi dallo stesso definiti solo come “forzature giuridiche”.

Contro il nuovo riconoscimento per l’ex capo della Digos di Genova nel 2001 insorge Roberto Traverso, segretario del sindacato di polizia Silp Cgil: “Lui va avanti mentre la truppa abbandonata deve fronteggiare la sfiducia dei cittadini. Altro che promozione dovrebbero essere immediatamente richieste le sue dimissioni”.