Senza nessun riferimento alle note vicende delle case a Montecarlo e dei mezzanini con vista sul Colosseo, vorrei condividere con voi questa riflessione del sulfureo W.Somerset Maugham (dal libro “Ashenden o l’agente inglese”, Adelphi): “Il lusso è pericoloso per chi non lo ha mai conosciuto e si trova esposto troppo repentinamente alle sue tentazioni…Come il vantaggio della cultura da modo di dire sciocchezze con distinzione, così l’abitudine al lusso permette di considerare le gale e i fronzoli col debito disprezzo”.