Sono trascorsi ben dodici anni dall’ultima volta che si sono esibiti insieme: si separarono infatti nel 1997, a causa di dissapori interni alla band: da allora i membri si sono dedicati ad altri progetti.

Adesso i Soundgarden sono pronti per ritornare in sella cavalcando la scena musicale dell’hard rock e riprendendo laddove avevano lasciato: con un concerto a sorpresa tenutosi in un locale di Seattle, città natale di quel movimento denominato Grunge che con Kurt Cobain e i Nirvana, raggiunse vette elevatissime.
Band formatasi a Seattle nel 1984 è composta dal cantante Chris Cornell, dal chitarrista Kim Thayil e dal bassista Hiro Yamamoto. Alla batteria quel Matt Cameron che da alcuni anni fa parte dei Pearl Jam. Con oltre 20 milioni di dischi venduti nel mondo, i Soundgarden sono una delle band caposcuola nella creazione del grunge affiliate alla casa discografica Sub Pop, diventando la prima di queste band a firmare per una major, la A&M Records.

Del filone grunge, sono stati anche quelli più vicini all’heavy metal (assieme agli Alice in Chains) e all’hard rock classico, nonché i più evoluti quanto a preparazione tecnica, grazie alla potenza della voce di Chris Cornell e la fantasia del chitarrista Kim Thayil.

“I pochi fortunati che hanno assistito all’evento raccontano di aver trovato Chris Cornell e compagni in grande forma, tanto che il concerto si è protratto per un lasso di tempo abbastanza lungo da permettere l’esecuzione di 18 brani storici della band, con chicca finale rappresentata dalla cover dei Doors Waiting for the Sun” è quanto riportano i tabloid.

Si è trattato in realtà di un’esibizione-lancio segreta, dove la band fino all’ultimo si è spacciata sotto il nome di Nude Dragons (anagramma di Soundgarden, ndr). Sta di fatto che tutti i biglietti disponibili per assistere al concerto sono stati venduti nel giro di poche ore, con il locale (1’000 posti) prontamente sold-out.
Ad assistere al concerto tra la folla, c’erano Stone Gossard (Pearl Jam), Mike Arm (Mudhoney) e Bruce Fairweather (Mother Love Bone), fino al co-fondatore della celebre Sub Pop Records, Jonathan Poneman.

Il prossimo 6 agosto i Soundgarden si esibiranno al Grant Park di Chicago, mentre rumors confermano la loro presenza al Festival “Lollapalooza 2010” per annunciare ufficialmente il ritorno della band ai livelli gloriosi di un tempo.

Sul sito Soundgardenworld Chris Cornell, autore di splendidi pezzi come “Fell on black days” o “Spoonman” non conferma se la reunion sarà esclusivamente per perfomance live o se porterà anche alla realizzazione di un nuovo album.

Certo, per tutti gli appassionati sarebbe un toccasana soprattutto dopo la piega che Chris Cornell – dopo la recente pubblicazione di “Scream” prodotto assieme a Timbaland – ha preso, dopo aver creato un’altra band, gli Audioslave. Un nuovo album farebbe accettare a tutti i fan il ritorno del “Figliol prodigo”.

E voi cosa ne pensate? Fan dei Soundgarden scatenatevi! E sempre, Vive le Rock!