L’Obama bianco di Terlizzi visto da Quink.