Sabato 5 giugno

Mondiali di calcio per “nazioni non affiliate”. A Malta la Padania batte il Regno delle Due Sicilie. A fine partita, i giocatori si sono scambiati le camicie di forza.
– Allo studio del Governo un condono per i miniabusi edilizi. Il provvedimento sanerebbe, fra gli altri, il villaggio dei Puffi e la casa di Brunetta.
– Ancora infortuni per la Nazionale di Lippi. Dopo il polpaccio di Pirlo, ci si è messa anche la prostata di Cannavaro.

Domenica 6 giugno

– Calano gli ascolti di “Porta a porta” e anche Vespa ora è a rischio di tagli. La RAI gli finanzierà soltanto i plastici di case popolari.
Calderoli chiede di dare meno soldi ai calciatori. Ma Renzo Bossi si è detto contrario a nuovi tagli alla cultura.
Napolitano colto da un lieve malore per affaticamento. Per qualche giorno i medici gli hanno proibito di firmare.
Bossi in persona elegge la nuova Miss Padania. Si sa: lui ha il mito del Po Po.

Lunedì 7 giugno

FMI e UE: “L’Ungheria non è la Grecia”. C’è molta più figa.
– Arrivano i primi risultati della fusione con FIAT: Chrysler richiama 280mila jeep per problemi ai freni e all’acceleratore.
– All’Mtv Movie Awards, Scarlett Johansson e Sandra Bullock si sono esibite in un bacio saffico. In lingua originale.

Martedì 8 giugno

– Il Governo vara il taglio delle mini-province. A rischio l’Italia in Miniatura.
– “Con un 5 non si boccia nessuno”: il ministro Gelmini invita ad usare il buon senso. Tranne quando si scrive una legge.
– Il Premier ha ricevuto a Palazzo Chigi Francesca Schiavone e ha trovato anche il tempo di raccontare due barzellette. Giusto per non trascurare l’attività di Governo.

Mercoledì 9 giugno

– Il Consiglio di Sicurezza dell’ONU approva le misure punitive per convincere Teheran a rinunciare al suo programma. Il Consiglio di Amministrazione RAI vorrebbe fare lo stesso con Santoro.
Berlusconi sostiene che governare rispettando la Costituzione è un inferno. Ma come fa a dirlo se non ci ha mai provato?
– Dopo la caduta al Mugello, Valentino Rossi è stato operato a tempo di record. Partirà dalla prima corsia d’ortopedia.

Giovedì 10 giugno

– Nato il figlio di Piersilvio Berlusconi ed è già tutto suo nonno: piccolo, pelato e frigna sempre.
– Legge Bavaglio. Prima del voto di fiducia, il PD lascia l’aula del Senato, mettendo così in difficoltà la maggioranza, che non si era accorta che fosse presente.
– Con un nuovo editoriale, Minzolini difende il suo TG: “Il nostro non è servilismo ma orgoglio nazionale”. E Forza Italia!

Venerdì 11 giugno

– Per protestare contro la Legge Bavaglio, “la Repubblica” manda in stampa una pagina senza notizie. Molti lettori di “Libero” l’acquistano per sbaglio.
– Secondo l’Ufficio Tecnico dell’Aquila, le case date ai terremotati presentano già evidenti segni di deterioramento. Lo aveva detto Berlusconi che erano già complete di tutto: anche le crepe.
Vescovi preoccupati perché la Chiesa incassa sempre meno dall’8 per mille. Ho paura che quest’estate Ratzinger dovrà rinunciare alle infradito di Prada.

di Dario Vergassola e Dario Melloni

Da il Misfatto del 13 giugno 2010