"Una riforma che cambia completamente le norme che regolano tv e Internet in Italia” e tutto ciò senza coinvolgere il Parlamento. Sono parole allarmate quelle di Paolo Gentiloni, responsabile Comunicazioni del Partito democratico: così commenta il decreto legislativo presentato dal Parlamento ora approdato in Camera e Senato per un parere obbligatorio ma non vincolante.

Il governo aveva la delega del Parlamento per recepire una direttiva europa: "Tv senza frontiere". "Una delega di sei righe" specifica Gentiloni.
Il governo ha presentato un testo di 40 pagine che contengono quella che appare come una riforma articolata. Il provvedimento prevede infatti una riduzione della pubblicità per i canali Sky; la cancellazione delle norme che tutelano il cinema italiano e la fiction indipendente; una revisione di ciò che costituisce un “programma televisivo” in maniera di permettere a Mediaset di superare il limite del 20 per cento dei ricavi complessivi del sistema integrato delle comunicazioni (Sic), previsto dalla legge Gasparri.

Ma le disposizioni riguardano anche Internet. In particolare: 1) la trasmissioni audio-visive su Internet (Web tv, dirette streaming, ma anche YouTube o YouReporter) necessiterà di un’autorizzazione del governo per operare; 2) sarà obbligatoria anche per non meglio specificati "notiziari Web" la rettifica prevista per i telegiornali ; 3) è demandata all’Agenzia delle Comunicazioni (di nomina politica) la stesura di un regolamento sul diritto d’autore per tutelare i produttori di servizi audiovisivi (quindi contro il download).
Anche Vincenzo Vita del Pd definisce le misure proposte: “Un nuovo codice delle comunicazione fatto senza il Parlamento”. E’ prevista per oggi la conferenza stampa delle opposizioni contro questo decreto che potrebbe diventare operativo molto presto.

UNA GUIDA ALLE WEB-TV CON SEGNALAZIONI AI MIGLIORI VIDEO

L’offerta di contenuti video su Web-tv continua a crescere e ora nasce "Ti voglio digitale" (tivogliodigitale.it ) una guida ai migliori programmi delle WebTv “primo e accurato raccoglitore quotidiano dei migliori contenuti video individuati nell’inesauribile vena creativa delle Web tv".
Un’apposita redazione è impegnata a setacciare la Rete "alla ricerca di contributi secondo il criterio della qualità".

ARRIVA GDRIVE, HARD DISK ONLINE DA GOOGLE: 1 GIGA ANCHE PER FILM E CANZONI

Un vero hard disk in remoto, raggiungibile tramite Internet da qualsiasi computer. Si chiamerà GDrive il nuovo servizio Google che permetterà ad ogni utente di salvare online file di ogni tipo.
Finora Google Docs, un servizio simile, permetteva di caricare in uno spazio apposito file di testo e fogli di calcolo. Con il nuovo servizio, che sarà probabilmente lanciato tra due settimane, gli utenti potranno salvare online ogni tipo di file, foto musica e filmati compresi. Sarà possibile organizzare i file in cartelle e condividerli con altri utenti. Ogni file avrà un limite di 250 mega per un totale di un 1 gigabyte. Memoria aggiuntiva sarà disponibile a pagamento: si parte da cinque dollari per 20 giga.

Da Il Fatto Quotidiano del 14 gennaio