Ventesimo giorno di protesta: il sole non c’è più. La pioggia infatti ha fatto da padrone in questa nostra terza domenica sul tetto. Fortunatamente il morale di tutti rimane alto e non lascia spazio alcuno alla meteoropatia. A migliorare ulteriormente il nostro umore oggi arriva anche il confermato impegno da parte dell’Idv nel continuare a sostenere la nostra causa. Questo fatto evidenzia come i temi della ricerca e dell’ambiente oltrepassino i classici schemi della diatriba politica, entrando nella logica della trasversalità d’intenti nell’esclusivo interesse del Paese. Oltre che dai partiti dell’opposizione abbiamo, infatti, trovato interesse e volontà d’azione in diversi esponenti della maggioranza: speriamo ora che si possa presto passare anche ad una trasversalità d’azione. Infine oggi, a metterci totalmente al riparo da un’eventuale ondata di depressione, c’è la perfetta tenuta del nostro tendone: gli allagamenti avvenuti in occasione delle scorse giornate di pioggia sono ormai un ricordo (o quasi).

Post scriptum: mentre scriviamo giunge la notizia dell’aggressione contro il Presidente del Consiglio: riteniamo l’uso della violenza, in qualsiasi modalità e forma, un’azione deplorevole in ogni situazione e verso qualunque persona.